MARINA SLOW 2018

convivio

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Scritto da Fabiano Corsini

Bruegel il Vecchio, Banchetto Nuziale, 1568. Con arguzia ed emozione Bruegel racconta il momento del convivio della gente del villaggio, cui anche lo spettatore è chiamato a  prendere parte.  Qui il termine “simposio” acquisisce pienezza di significato e si lascia spiegare con evidente facilità.

 

 

 

 

 

 

Il disegno di Roz Chast invece è del 1998 e rappresenta un banchetto familiare per il giorno del Ringraziamento. “Non posso mangiare sale” “Sono intollerante al lattosio” “Sono vegetariano” “Sono vegano” “Macrobiotico” “Fanatico tradizionalista” “A dieta” “Rigorosamente Kosher” “Gourmet schizzinoso” “Allergico al Glutine”. Nell'epoca dell'edonismo individualista nessuno accetta il cibo comune e il convivio è una babele di solitudini.

 

Pagina 11 di 280