verso Bisanzio...

nella giornata della Terra

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Scritto da Marco Betti

del pino di Castagnola e dei cambiamenti climatici

Sono arrivati sotto al Comune inferociti. Il pino che si levava da decenni ormai nella piazzetta davanti casa e proiettava la sua ombra ristoratrice era stato tagliato. Un pino “secolare” dicevano, confidando nell’intervento del “politico” che a questo punto poteva solo “punire” criticando l’operato del comune e intervenire per evitare altri “scempi”. A dire il vero il pino non era secolare né aveva forse tutti i caratteri della sicurezza, ma per quei cittadini era stato commesso un delitto contro la Natura. Questo è il punto.

Ogni giorno nel nostro pianeta vengono deforestati ettari di foresta vergine, si emettono milioni di tonnellate di CO2 nell’atmosfera e si accelerano i cambiamenti climatici, alcune specie vegetali ed animali si estinguono per sempre, il carattere predatorio e aggressivo dell’homo sapiens nei confronti della Natura si accentua invece di attenuarsi … ma tutto questo non è mai stato sufficiente per manifestare la protesta in modo tanto incisivo.

 

 

rapita dagli alieni

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Scritto da melania ceccarelli

Vittorio Arrigoni è stato ucciso il 15 aprile. Non sapevo chi fosse quando ho appreso la notizia del suo rapimento e ho quindi cercato subito in rete notizie che lo riguardassero; ho letto che era un militante non violento filopalestinese, uno che viveva a Gaza, che era un reporter freelance, un blogger e un volontario dell’International Solidariety Movement e che la sua attività per questa associazione consisteva principalmente nel farsi scudo umano per proteggere contadini e pescatori palestinesi durante il loro lavoro quotidiano. Per fare quella scelta di vita bisogna avere forti ideali, bisogna davvero volere un mondo migliore e avere il coraggio di lottare in prima persona. Le autorità palestinesi non hanno fatto bene ad adottare un approccio duro nei confronti dei tre sospettati della sua uccisione, due dei quali sono già morti. Vittorio era un militante pacifista.

 

 

Pagina 142 di 145