verso Bisanzio...

Dialettica della paura

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Scritto da Fabiano Corsini

1

Le passioni

Nel corso della nostra storia le passioni sono state per lo più percepite come fattori di turbamento, e dunque in qualche modo considerate componenti scomode della nostra vitalità, da limitare o reprimere. L'uomo ideale della nostra epoca, quello disegnato dalla ideologia della effcienza, è un soggetto capace di contenere le passioni, di tenerle a distanza, riservandole unicamente alla sfera di espressione degli artisti o ai momenti di svago e rigenerazione necessari per mantenere integra e, appunto, effciente, la capacità erogativa dell'individuo. In un suo bellissimo libro, Remo Bodei racconta come, in questa epoca, le passioni siano diventate strumenti di dominio politico, che, al pari di ogni altra componente della nostra “umanità”, possono essere scientificamente utilizzare al servizio di disegni di potere.

 

 

 

il respiro e il vento

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Scritto da Administrator

Secondo gli studiosi nel discorso di Gesù noto come “discorso della montagna”, egli parlò in aramaico. E in quella lingua la famosa frase “beati i poveri di spirito” doveva risuonare come “siano lieti gli abbassati dal vento” coloro insomma che sono nella condizione di oppressi e dunque sono obbligati a tenere la testa piegata, il fiato rivolto a terra, trascinato al suolo. Erri De Luca spiega che questa fedeltà filologica consente di rendere meglio il richiamo alla umiltà, per cui per gli oppressi non è dato esser padroni neppure del loro respiro.

Gesù in punto di morte, sulla croce, ripete il verso del salmo di Isaia: “in tua mano sto per restituire il vento che mi hai dato quando son nato”. Vento, respiro, oppressioni, umiltà. “Siano lieti gli abbassati dal vento”, tradotto Beati i poveri di spirito non ci si capisce più nulla. Parlare di respiro e di vento, invece, ci mette davanti alla maledizione di oggi.

La minaccia della ventilazione artificiale, al posto di questo naturale e ormai sopportabile vento che ci piega. Come un ponentino.

 

Pagina 4 di 146